Aiuto accessibilità | Mappa del sito | Contatto | Assistenza clienti CHIAMA 02- 457174218
Home  |  Patologie  |  Prodotti  |  Evidenze cliniche  |  Formazione e Training  |  Per i pazienti  |  Assistenza clienti
Siete qui Home > Prodotti > Piattaforma tecnologica per terapia a pressione negativa > V.A.C. Therapy > Indicazioni e informazioni sulla sicurezza
Stampa

Indicazioni e informazioni sulla sicurezza della V.A.C.® Therapy

Informazioni sulla sicurezza della V.A.C. Therapy

I componenti monouso del Sistema IntegratoV.A.C. (Vacuum Assisted Closure) Therapy, comprese le medicazioni in schiuma (cioè V.A.C. GranuFoam™, V.A.C. GranuFoam Silver®, o V.A.C. WhiteFoam Dressing), i tubi e la pellicola sono chiusi in confezioni sterili e prive di lattice. I contenitori delle V.A.C. Therapy sono chiusi in confezioni sterili e sono privi di lattice. Tutti i componenti monouso del Sistema Integrato V.A.C. Therapy vanno utilizzati una sola volta. Per garantirne un uso sicuro ed efficace le medicazioni V.A.C. GranuFoam, V.A.C. GranuFoam Silver, and V.A.C. WhiteFoam devono essere usate soltanto con le V.A.C. Therapy Unit.

La decisione di utilizzare una tecnica pulita rispetto a una sterile/asettica dipende dalla fisiopatologia della ferita, dalle preferenze del medico o dell'operatore, e dal protocollo della struttura.

IMPORTANTE: Come per qualsiasi prescrizione di dispositivi medici, la mancata consultazione di un medico e la non osservanza di tutte le istruzioni e informazioni di sicurezza dell'unità terapeutica e delle medicazioni prima di ogni uso possono comportare un rendimento improprio del prodotto e potenzialmente dare adito a lesioni gravi o mortali. Non regolare le impostazioni dell'unità terapeutica o eseguire la terapia senza indicazioni o senza la supervisione da parte del personale sanitario.

Indicazioni per l'uso

I sistemi di terapia per le ferite a pressione negativa (NPWT) ActiV.A.C.®, InfoV.A.C.®, V.A.C. ATS® e V.A.C. Freedom® sono sistemi integrati di trattamento della ferita per l'uso in ambiti di cura acuta, cronica e domiciliare. Sono destinati a creare un ambiente che promuove la guarigione delle ferite per seconda o terza intenzione (primaria ritardata) preparando il letto della ferita per la chiusura, riducendo l'edema10, promuovendo la formazione di tessuto di granulazione12,13 e la perfusione12,19, e rimuovendo l'essudato12 e il materiale infettivo6. È indicato per i pazienti con ferite croniche, acute, traumatiche, subacute e deiscenti, ustioni a spessore parziale, ulcere (come quelle diabetiche, da pressione o da insufficienza venosa), lembi e innesti.

V.A.C. GranuFoam Silver Dressing è un'efficace barriera contro la penetrazione di batteri e può aiutare a ridurre l'infezione nei tipi di ferite sopracitati17.

Torna su

Controindicazioni

Non collocare le medicazioni in schiuma del V.A.C. Therapy System direttamente in contatto con strutture vitali esposte, come vasi sanguigni, siti anastomotici, organi o nervi.

NOTA: Fare riferimento alla sezione Avvertenze per ulteriori informazioni riguardanti le Emorragie

La V.A.C. Therapy è controindicata nei pazienti con:

  • lesioni cutanee di natura maligna
  • osteomielite non trattata

NOTA: fare riferimento alla sezione Avvertenze per informazioni sull'Osteomielite.

  • fistole non enteriche e inesplorate
  • presenza di tessuto necrotico con escara

NOTA: dopo lo sbrigliamento del tessuto necrotico e la rimozione completa dell’escara, è possibile usare la V.A.C. Therapy.

  • ipersensibilità all'argento (solo per V.A.C. GranuFoam Silver Dressing).

Torna su

Avvertenze

Emorragie
Con o senza l'uso della V.A.C. Therapy, alcuni pazienti sono ad alto rischio di complicanze emorragiche. I seguenti tipi di pazienti sono a maggior rischio di emorragia, che, se non controllate, possono essere potenzialmente letali.

  • i pazienti che presentano vasi sanguigni oppure organi indeboliti o fragili nella ferita o attorno ad essa come risultato di, ma non solo:
  • sutura di vasi sanguigni (anastomosi nativa o innesti) od organi
  • infezione
  • traumi
  • radiazioni
  • i pazienti senza un'adeguata emostasi della ferita
  • i pazienti a cui sono stati somministrati farmaci anticoagulanti o inibitori dell'aggregazione piastrinica
  • i pazienti che non hanno un'adeguata copertura di tessuto sulle strutture vascolari.

Se si prescrive la V.A.C. Therapy ai pazienti che presentano un maggior rischio di complicanze emorragiche, essi devono essere trattati e monitorati in un ambito di cura ritenuto opportuno dal medico curante.

Se si produce un'emorragia attiva improvvisamente o in grandi quantità durante la V.A.C. Therapy, o se si nota a vista sangue (color rosso vivo) nel tubo o nel contenitore, sospendere immediatamente la V.A.C. Therapy, mantenere al suo posto la medicazione, adottare le misure per arrestare l'emorragia, e cercare assistenza medica immediata. Le unità e le medicazioni V.A.C. Therapy non devono essere usate per prevenire, minimizzare o bloccare l'emorragia vascolare.

  • Proteggere i vasi e gli organi: tutti i vasi e gli organi esposti o superficiali nella ferita o attorno ad essa vanno completamente coperti e protetti prima della somministrazione della V.A.C. Therapy.

Assicurarsi sempre che le V.A.C. Foam Dressings non entrino in contatto diretto con i vasi o con gli organi. L'uso di uno spesso strato di tessuto naturale dovrebbe fornire la protezione più efficace. Se uno spesso strato di tessuto naturale non è disponibile o non è chirurgicamente possibile, vari strati di materiale non aderente a maglia fine, o di tessuto di bioingegneria possono essere considerati come un'alternativa, se il medico curante ritiene che forniscano una barriera protettiva completa. Se si utilizzano materiali antiaderenti, garantire che essi siano fissati in modo da mantenere la loro posizione protettiva durante tutta la terapia.

Occorre inoltre prendere in considerazione le impostazioni della pressione negativa e la modalità della terapia utilizzati quando si inizia la terapia.

Prestare particolare attenzione quando si trattano ampie ferite che possono contenere vasi nascosti, non immediatamente evidenti. Bisogna controllare l'eventuale insorgenza di emorragie nel paziente in un ambito di cura ritenuto opportuno dal medico curante.

  • Vasi sanguigni infetti: l'infezione può danneggiare i vasi sanguigni e indebolire la parete vascolare che può aumentare la propensione dei vasi a danneggiarsi per abrasione o manipolazione. I vasi sanguigni infetti sono a rischio di complicanze, tra cui l'emorragia, che, se incontrollata, potrebbe essere potenzialmente fatale. Prestare estrema cautela quando si applica la V.A.C. Therapy in prossimità di vasi sanguigni infetti o potenzialmente infetti. (Fare riferimento alla sezione Protezione dei vasi e degli organi di cui sopra.)
  • Emostasi, anticoagulanti, e inibitori dell'aggregazione piastrinica: i pazienti senza un'adeguata emostasi della ferita corrono un maggior rischio di emorragia, che, se incontrollata, potrebbe essere potenzialmente fatale. Questi pazienti devono essere trattati e monitorati in un ambito di cura ritenuto opportuno dal medico curante.

Prestare cautela nel trattamento di pazienti che stanno assumendo anticoagulanti o inibitori dell'aggregazione piastrinica ritenuti in grado di aumentare il loro rischio di emorragia (rispetto al tipo e alla complessità della ferita). Occorre prendere in considerazione le impostazioni della pressione negativa e la modalità della terapia utilizzati quando si inizia la terapia.

  • Agenti emostatici applicati sull'area della ferita: Agenti emostatici non suturati (per esempio, cera per ossa, spugna di gelatina assorbibile , o spray sigillanti per ferite) possono, se perturbati, aumentare il rischio di emorragia, che, se incontrollata, potrebbe essere potenzialmente fatale. Fare in modo che tali agenti non vengano rimossi. Occorre prendere in considerazione le impostazioni della pressione negativa e la modalità della terapia utilizzati quando si inizia la terapia.
  • Bordi taglienti: frammenti ossei o bordi taglienti possono forare le barriere di protezione, i vasi o gli organi provocando lesioni. Qualunque lesione potrebbe provocare emorragia che, se incontrollata, potrebbe essere potenzialmente letale. Attenzione ai possibili spostamenti della posizione relativa di tessuti, vasi od organi all'interno della ferita che potrebbero aumentare la possibilità di contatto con bordi taglienti. I bordi taglienti o i frammenti ossei devono essere eliminati dall'area della ferita o coperti per evitare che forino vasi sanguigni o organi prima dell'applicazione della V.A.C. Therapy. Ove possibile, eliminare completamente e coprire eventuali residui di bordi per diminuire il rischio di lesioni gravi o letali, in caso di spostamento delle strutture. Usare cautela durante la rimozione dei componenti della medicazione dalla ferita in modo che il tessuto della ferita non venga danneggiato da bordi taglienti non protetti.

Contenitore da 1000 ml
NON USARE il contenitore da 1000 ml sui pazienti ad alto rischio d'emorragia o su quelli che non sono in grado di tollerare una grossa perdita di volume di liquido, fra cui i bambini e gli anziani. Considerare l'altezza e il peso del paziente, le sue condizioni, il tipo di ferita, la capacità di monitoraggio e l'ambito di cura quando si utilizza questo contenitore. Si raccomanda l'utilizzo di questo contenitore soltanto per terapia intensiva (ospedaliera).

Ferite infette
Le ferite infette devono essere attentamente monitorate e possono richiedere cambiamenti di medicazione più frequenti rispetto alle ferite non infette, dipendendo da fattori quali le condizioni della ferita, gli obiettivi del trattamento e i parametri della terapia a instillazione (per il Sistema V.A.C. Instill Therapy). Fare riferimento alle istruzioni per l’uso per l'applicazione della medicazione (che si trovano sulle confezioni V.A.C. Dressings) per ulteriori dettagli sulla frequenza dei cambi di medicazione. Come con qualunque altro trattamento di ferite, i medici e i pazienti/operatori devono controllare di frequente se la ferita, il tessuto che circonda la ferita e l'essudato presentano eventuali segni di infezione, peggioramento dell'infezione o altre complicanze. Alcuni segni di infezione sono febbre, debolezza, arrossamento, gonfiore, prurito, eruzioni cutanee, aumento di temperatura del letto di ferita o della zona circostante, essudato purulento o odore intenso. Un'infezione può rivelarsi grave e portare a complicanze quali dolore, disagio, febbre, cancrena, shock tossico, shock settico e/o lesioni mortali. Alcuni segni o complicanze delle infezioni sistemiche sono nausea, vomito, diarrea, mal di testa, vertigini, svenimenti, mal di gola con gonfiore delle mucose, disorientamento, febbre alta, ipotensione refrattaria e ortostatica, o eritroderma (un'eruzione cutanea simile a un eritema solare). Se ci sono segni della comparsa di un'infezione sistemica o di infezione avanzata nell'area della ferita, contattare immediatamente un medico per determinare se la V.A.C. Therapy deve essere interrotta. Per infezioni di ferite relative ai vasi sanguigni, fare riferimento anche alla sezione intitolata Vasi sanguigni infetti.

Infezione di ferite con V.A.C. GranuFoam Silver Dressing
In caso di infezione clinica, V.A.C. GranuFoam Silver Dressing non è destinata a sostituire l'uso di terapia sistemica o di altri regimi di trattamento delle infezioni.. V.A.C. GranuFoam Silver Dressing può essere usata su ferite infette in aggiunta al normale regime di trattamento e fornire una barriera alla penetrazione batterica.

Osteomielite
Il Sistema Integrato V.A.C. Therapy NON deve essere iniziato su una ferita con osteomielite non trattata. Occorre prendere in considerazione un approfondito sbrigliamento di tutto il tessuto necrotico e non vitale, tra cui ossa infette (se necessario), e un'adeguata terapia antibiotica.

Protezione di tendini, legamenti e nervi
I tendini, i legamenti e i nervi devono essere protetti in modo da evitare il contatto diretto con le V.A.C. Foam Dressings. Queste strutture possono essere coperte con tessuto naturale, materiale antiaderente a maglia o tessuti di bioingegneria per minimizzare i rischi di disidratazione o lesioni.

Posizionamento della schiuma
Usare sempre V.A.C. Dressings contenute in confezioni sterili che non sono state aperte o danneggiate. Non posizionare le medicazioni in schiuma all'interno di tunnellizzazioni cieche o non esplorate. La V.A.C. WhiteFoam Dressing può essere più appropriata per l'uso con i tratti tunnellizzati già esplorati. Non forzare le medicazioni in schiuma dentro le aree della ferita, poiché ciò potrebbe danneggiare il tessuto, alterare la distribuzione di pressione negativa, ostacolare la rimozione dell'essudato e della schiuma. Contare sempre il numero totale di pezzi di schiuma utilizzati per la ferita e annotare il numero sulla pellicola e sulla scheda del paziente. Annotare sulla pellicola anche la data in cui è stata cambiata la medicazione.

Rimozione della schiuma
Le medicazioni V.A.C. Foam Dressings non sono bioassorbibili. Contare sempre il numero totale di pezzi di schiuma rimossi dalla ferita e assicurarsi di rimuovere lo stesso numero di pezzi di schiuma che erano stati posizionati. La schiuma lasciata nella ferita per un periodo più lungo di quello raccomandato può favorire la crescita di tessuto all'interno della schiuma, rendendo difficile la rimozione della schiuma dalla ferita, oppure causare infezioni o altri effetti indesiderati. Se si verifica un'emorragia significativa, interrompere immediatamente l'uso del V.A.C. Therapy System, prendere le misure appropriate per fermare l'emorragia e non rimuovere la medicazione di schiuma senza essersi consultati prima con un medico o con un chirurgo. Non riprendere l'uso del V.A.C.Therapy System senza che sia stata raggiunta un'adeguata emostasi, e il paziente non corra alcun rischio di emorragia.

Mantenere accesa la V.A.C. Therapy
Non lasciare mai una medicazione V.A.C. Dressing per più di 2 ore senza una V.A.C. Therapy attiva. Se la terapia viene spenta per più di 2 ore, rimuovere la medicazione e irrigare la ferita. Applicare una nuova medicazione V.A.C. Dressing presa da una confezione sterile non aperta e riavviare la V.A.C. Therapy; oppure applicare una medicazione alternativa secondo le indicazioni del medico curante.

Adesivo acrilico
La pellicola V.A.C. ha un rivestimento di adesivo acrilico che può rappresentare una fonte di rischio di reazione avversa nei pazienti allergici o ipersensibili agli adesivi acrilici. Se si sa che un paziente è allergico o ipersensibile a tali adesivi, non usare il V.A.C. Therapy System. Se insorge qualsiasi segno di reazione allergica o ipersensibilità, quali arrossamento, gonfiore, eruzione, orticaria o prurito significativo, interrompere l'uso e consultarsi con un medico immediatamente. Se insorge broncospasmo o più gravi segni di reazione allergica, cercare assistenza medica immediata.

Defibrillazione
Rimuovere la V.A.C. Dressing se è necessario defibrillare nella zona in cui è applicata la medicazione. La mancata rimozione della medicazione può impedire la trasmissione di energia elettrica e/o la rianimazione del paziente.

Risonanza magnetica (MRI)—Therapy Unit
La V.A.C. Therapy Unit è inadatta alla risonanza magnetica (RM). Non portare la V.A.C. Therapy Unit all'interno dell'ambiente di RM.

Risonanza magnetica (MRI)—V.A.C. Dressings
Le V.A.C. Dressings di solito possono essere lasciate sul paziente con minimi rischi in un ambiente di RM, a patto che l'uso del V.A.C. Therapy System non venga interrotto per più di 2 ore (fare riferimento a Mantenere accesa la V.A.C. Therapy). È stato dimostrato che la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing non è fonte di pericoli noti in un ambiente di RM se si rispettano le seguenti condizioni di utilizzo:

  • campo magnetico statico uguale o inferiore a 3 Tesla,
  • campo del gradiente spaziale uguale o inferiore a 720 Gauss/cm
  • tasso di assorbimento specifico (SAR) massimo mediato sul corpo intero di 3 W/kg per 15 minuti di scansione.

Sperimentazioni non cliniche a queste stesse condizioni hanno prodotto un aumento di temperatura di <0,4 °C. La qualità delle immagini di RM può essere compromessa se l'area interessata è la stessa o si trova relativamente vicina alla posizione della V.A.C. GranuFoam Silver Dressing.

Ossigeno-terapia iperbarica (HBO)
Non portare la V.A.C. Therapy Unit all'interno di una camera iperbarica. La V.A.C. Therapy Unit non è concepita per questo ambiente e deve essere considerata un potenziale pericolo per lo sviluppo di incendi. Dopo aver scollegato la V.A.C. Therapy Unit, (i) sostituire la V.A.C. Dressing con altro materiale compatibile con HBO durante il trattamento iperbarico, oppure (ii) coprire l'estremità aperta del V.A.C. Tubing con una garza umida di cotone e coprire completamente la V.A.C. Dressing (tubo compreso) con un panno umido durante il trattamento nella camera. Per la terapia HBO, il V.A.C. Tubing non deve essere chiuso. Non lasciare mai la V.A.C. Dressing per più di 2 ore senza una V.A.C. Therapy attiva; fare riferimento alla sezione Mantenere accesa la V.A.C. Therapy

Torna su

Precauzioni

Precauzioni standard
Per ridurre il rischio di trasmissione di agenti patogeni ematici, prendere le precauzioni standard per il controllo delle infezioni con tutti i pazienti, secondo il protocollo della struttura, indipendentemente dalla loro diagnosi o presunto stato infettivo. Oltre ai guanti, usare camice e occhiali se ci sono probabilità di esporsi ai fluidi corporei.

V.A.C. Therapy continua o intermittente
Si consiglia la V.A.C. Therapy continua piuttosto che intermittente, sulle strutture instabili, come ad esempio una parete toracica instabile o una fascia non intatta, al fine di contribuire a ridurre il movimento al minimo e di stabilizzare il letto della ferita. La terapia continua è generalmente consigliata anche per i pazienti ad alto rischio di emorragia, con ferite altamente essudanti, lembi o innesti freschi, e ferite con fistola enterica acuta.

Altezza e peso del paziente
Quando si prescrive la V.A.C. Therapy vanno considerate l'altezza e il peso del paziente. Bisogna tenere sotto attento controllo neonati, bambini, persone minute e pazienti anziani in merito a perdita di liquidi e disidratazione. Allo stesso modo, i pazienti con ferite altamente essudanti o molto estese rispetto all'altezza ed al peso del paziente devono essere tenuti sotto controllo, poiché possono correre il rischio di un'eccessiva perdita di liquidi e di disidratazione. Quando si controlla l'uscita di liquido, considerare il volume di liquido nel tubo e nel contenitore.

Lesioni della spina dorsale
Nel caso in cui un paziente mostri iperreflessia autonoma (aumento improvviso della pressione sanguigna o del battito cardiaco in risposta ad una stimolazione del sistema nervoso simpatico), interrompere la V.A.C. Therapy per contribuire a minimizzare la stimolazione sensoriale e cercare assistenza medica immediata.

Bradicardia
Per minimizzare il rischio di bradicardia, la V.A.C. Therapy Dressing non deve essere posizionata in prossimità del nervo vago.

Fistole enteriche
Le ferite con fistole enteriche richiedono particolari precauzioni per ottimizzare la V.A.C. Therapy. La V.A.C. Therapy non è consigliata se l'unica finalità della terapia è il trattamento o il contenimento dell'effluente di una fistola enterica.

Protezione della cute attorno alla ferita
Considerare l'uso di un prodotto per la preparazione della cute per proteggere l'area circostante la ferita. Non permettere alla schiuma di sovrapporsi alla cute integra. Proteggere la cute fragile dell'area circostante la ferita con V.A.C. Drape, con una medicazione a base di idrocolloide o con un'altra pellicola trasparente.

  • L'applicazione di più strati di V.A.C. Drape può diminuire il tasso di trasmissione dell'umidità, aumentando il rischio di macerazione.
  • Se compaiono segni di irritazione o ipersensibilità alla pellicola, alla schiuma o ai tubi, interrompere l'uso e consultare un medico.
  • Per evitare traumi alla cute perilesionale, non esercitare trazione o stirare la pellicola sulla medicazione in schiuma durante l'applicazione della pellicola.
  • Usare particolare precauzione nel caso di pazienti con eziologie neuropatiche o problemi circolatori.

Applicazione di una medicazione circonferenziale
Evitare l’uso di medicazioni circonferenziali salvo in presenza di anasarca o arti eccessivamente essudanti, ove una tecnica con pellicola circonferenziale potrebbe essere necessaria per stabilire e mantenere una tenuta ermetica. Considerare l’uso di molteplici piccoli pezzi di V.A.C. Drape anziché un unico pezzo, allo scopo di ridurre al minimo il rischio di diminuzione della circolazione distale. Prestare estrema attenzione a non tendere o tirare eccessivamente la pellicola quando la si fissa; occorre invece applicarla in modo allentato e stabilizzarne i margini con un nastro elastico autoaderente, se necessario. In caso di utilizzo di applicazioni di pellicola circonferenziale, è essenziale palpare frequentemente e regolarmente i polsi distali ed accertare lo stato di circolazione distale. In caso di sospetta compromissione circolatoria, interrompere la terapia, rimuovere la pellicola e contattare un medico.

Oscillazioni della pressione della V.A.C. Therapy Unit
In rari casi, l’eventuale ostruzione del tubo delle V.A.C. Therapy Unit può causare brevi oscillazioni della pressione di aspirazione, fino a oltre 250 mmHg di pressione negativa. Risolvere immediatamente le condizioni che hanno provocato l’attivazione dell’allarme. Per ulteriori informazioni, consultare il manuale d’uso o contattare il rappresentante KCI locale.

Torna su

Precauzioni aggiuntive relative alla V.A.C. GranuFoam Silver Dressing

Soluzioni o agenti topici
Quando si usa la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing, non impiegare soluzioni topiche che possono determinare interazioni avverse con l’argento. Ad esempio, le soluzioni fisiologiche possono compromettere l’efficacia della V.A.C. GranuFoam Silver Dressing. Consultare il fabbricante delle soluzioni topiche per informazioni più dettagliate.

Strato protettivo
Per ottenere la massima efficacia, applicare la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing direttamente sulla superficie della ferita, per ottimizzare il contatto del tessuto con l'interfaccia in schiuma/argento. Come nel caso di tutte le medicazioni V.A.C. Foam Dressings, la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing non deve tuttavia essere posta a contatto diretto con vasi sanguigni, siti anastomotici, organi o nervi esposti (consultare la sezione Protezione di vasi e organi). È possibile posizionare strati non aderenti frapposti tra la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing e la superficie della ferita; questi prodotti possono tuttavia compromettere l’efficacia della V.A.C. GranuFoam Silver Dressing nell’area coperta dallo strato non aderente.

Elettrodi o gel conduttivo
Non lasciare che la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing entri a contatto con elettrodi per elettrocardiogramma o di altro tipo oppure con gel conduttivi durante il monitoraggio elettronico o le operazioni di misurazione elettroniche.

Imaging diagnostico
La V.A.C. GranuFoam Silver Dressing contiene argento metallico che può impedire la visualizzazione con alcune modalità di imaging.

Componenti della medicazione
La V.A.C. GranuFoam Silver Dressing contiene argento elementare (10 %) in formulazione a rilascio sostenuto. L’applicazione di prodotti contenenti argento può provocare una discromia temporanea dei tessuti.

Ad alcune speciali medicazioni V.A.C. e V.A.C. Therapy Unit, come per esempio la V.A.C. Abdominal Dressing e il V.A.C. Instill® Therapy System, sono applicabili avvertenze e precauzioni particolari. Prima dell’uso, consultare le istruzioni per l’uso specifiche per il prodotto.

Torna su

Indicazioni per la V.A.C. Abdominal Dressing

Questa medicazione specifica è indicata per:

  • il collegamento a ponte provvisorio di aperture delle pareti addominali in cui non è possibile applicare la chiusura primaria e/o sono necessari ripetuti accessi all’addome.
  • ferite addominali aperte con visceri esposti, compresa ma non limitata alla sindrome compartimentale addominale.

Precauzioni specifiche per il sistema V.A.C. Abdominal Dressing

  • La V.A.C. Abdominal Dressing si usa principalmente nel paziente senza emorragia, il cui contenuto addominale è eccessivamente edematoso, precludendo la chiusura addominale.
  • È necessario prendere precauzioni speciali nei pazienti che presentano emorragie in corso o con un alto potenziale emorragico e/o perdite enteriche. Monitorare il paziente per tenere sotto controllo lo stato del tratto gastrointestinale.
  • Attenzione: i pazienti con trauma addominale grave e sindrome compartimentale addominale presentano un tasso di mortalità elevato. Si richiede un'attenzione particolare a prescindere dall'impiego della V.A.C. Abdominal Dressing.

Torna su

Indicazioni per la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing

La V.A.C. GranuFoam Silver Dressing costituisce una barriera efficace contro la penetrazione batterica e può contribuire a ridurre l’insorgenza di infezioni nei tipi di ferita sopra specificati.

Precauzioni aggiuntive relative alla V.A.C. GranuFoam Silver Dressing

Soluzioni o agenti topici
Quando si usa la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing, non impiegare soluzioni topiche che possono determinare interazioni avverse con l’argento. Ad esempio, le soluzioni fisiologiche possono compromettere l’efficacia della V.A.C. GranuFoam Silver Dressing.

Strato protettivo
Per ottenere la massima efficacia, applicare la V.A.C GranuFoam Silver Dressing direttamente sulla superficie della ferita, per ottimizzare il contatto del tessuto con l'interfaccia in schiuma/argento. Come nel caso di tutte le medicazioni V.A.C. Foam Dressings, la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing non deve tuttavia essere posta a contatto diretto con vasi sanguigni, siti anastomotici, organi o nervi esposti (consultare la sezione Protezione di vasi e organi). È possibile posizionare strati non aderenti frapposti tra la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing e la superficie della ferita; questi prodotti possono tuttavia compromettere l’efficacia della V.A.C. GranuFoam Silver Dressing nell’area coperta dallo strato non aderente.

Elettrodi o gel conduttivo
Non lasciare che la V.A.C. GranuFoam Silver Dressing venga a contatto con elettrodi per elettrocardiogramma, elettrodi di altro tipo o gel conduttivi durante il monitoraggio elettronico o le operazioni di misurazione elettroniche.

Imaging diagnostico
La V.A.C. GranuFoam Silver Dressing contiene argento metallico che può impedire la visualizzazione con alcune modalità di imaging.

Componenti della medicazione
La V.A.C. GranuFoam Silver Dressing contiene argento elementare (10 %) in formulazione a rilascio sostenuto. L’applicazione di prodotti contenenti argento può provocare una discromia temporanea dei tessuti.

Torna su

Indicazioni per il V.A.C. Instill Therapy System

Indicazioni
Il V.A.C. Instill System è indicato nei pazienti che beneficerebbero della V.A.C. Instill Therapy insieme all'erogazione e al drenaggio controllati di soluzioni e sospensioni per il trattamento topico delle ferite sul letto della ferita. Ciò include pazienti destinati a beneficiare della rimozione di materiale infetto o altri fluidi da ferite sotto l’azione di pressioni negative continue.

La presente pagina Web contiene informazioni su prodotti che possono non essere disponibili nei diversi paesi e possono non aver ricevuto l'approvazione o l'autorizzazione all'immissione sul mercato dagli enti regolatori governativi per indicazioni o restrizioni diverse a seconda dei paesi.


  • Condividi su Facebook.com
  • Condividi su Twitter
  • Visita il nostro canale su YouTube